Durata: 
8 giorni - 7 notti
Dal porto di: 
Dubrovnik
Al Porto di: 
Trogir
  • 1. GIORNO - ZATON VELIKI, DUBROVNIK – ŠIPAN

Dopo l'imbarco, dalle h.14:00 alle h.15:00, si ha abbastanza tempo per la sistemazione in cabina e per incontrare gli altri ospiti e l'equipaggio durante il tradizionale cocktail di benvenuto.
Dopo una breve navigazione si raggiunge l'isola di Šipan, un'isola di soli 16 Kmq ma la piú grande dell'arcipelago degli Elafiti, davanti a Dubrovnik.
Tra i due paesi Šipanska Luka e Suđurađ ci sono 42 antiche residenze estive e 34 chiese che  testimoniano come quest'isola fosse molto frequentata dalla nobiltà della Repubblica di Dubrovnik. Dopo un periodo di abbandono, queste ville vengono ora ristrutturate, come il castello della famiglia Vice Stjepovića Skoćibuhe in cui si possono visitare l'antico balcone in legno del XVI secolo, un camino rinascimentale ed un lavatoio in pietra.

  • 2. GIORNO - ŠIPAN – MLJET (POMENA OPPURE POLAČA)

Dopo la colazione si raggiunge l'isola di Mljet. Giornata di relax, abbronzatura e nuoto. Dopo pranzo si ha la possibilità di visitare il Parco Nazionale Mljet (biglietti di ingresso non inclusi nel prezzo della crociera, costo 90 HRK, circa 13 euro adulti, e 40 HRK il ridotto, 6 euro circa). Nottata a Mljet, a Polača oppure Pomena (a seconda della situazione meteorologica), dove si potranno gustare prodotti locali tra cui l'aragosta. Per via del suo antico nome, Melita, che in latino si scriveva come l'odierna Malta, in antichità spesso Mljet veniva scambiata proprio con Malta, tant'è vero che gli studiosi, per via della presenza di grotte, suppongono che Ulisse sia approdato proprio qui, invece che a Malta. Una curiosità riguardante il Grande e Piccolo lago nel parco nazionale dell'isola: la loro acqua è salata.

  • 3. GIORNO - MLJET – KORČULA

Il viaggio prosegue verso Korčula. L'isola è stata abitata fin dalla preistoria, come testimoniano i reperti dell'Età della pietra trovati nella grotta Vela Spila. Secondo la leggenda, sull'isola ha vissuto l'eroe troiano Antenore, conosciuto anche come il fondatore nel XII secolo della città di Antenorea (l'attuale Padova). Dopo i Greci, gli Illiri ed i Romani, Korčula passa sotto il dominio della Repubblica di Venezia che ha lasciato una grande impronta soprattutto nell'archiettura della città. La città è conosciuta anche come luogo di nascita di Marco Polo (1254). Ricordi di lui si possono trovare in ogni angolo della città; molto interessante è il museo a lui dedicato. Serata in città, dove si potranno assaporare specialità dell'isola offerte dai tanti piccoli ristoranti vicini al porto, come l'Aborda che offre una vasta scelta di portate di carne e pesce.

  • 4. GIORNO – KORČULA – HVAR

Dopo colazione si naviga verso Pakleni Otoci, gruppo di piccole isole di fronte al porto della città di Hvar. Il nome di quest’arcipelago deriva da paklina, una resina di pino nero che veniva utilizzata per il rivestimento protettivo delle imbarcazioni. Queste isolette sono una delle bellezze di Hvar. Nel pomeriggio e in serata è disponibile il trasporto in gommone per sbarcare a Hvar. Per il ritorno si deve utilizzare il servizio di taxi boat nei pressi del porto. Per eventuali informazioni il Capitano è sempre a disposizione. Hvar è una bellissima isola molto nota anche per la sua ricca vita mondana, sono numerosi i ristoranti specializzati nella cucina locale, tra i piú noti il Pasarola ed il Luna. Non mancano anche quelli che offrono specialità esotiche come il Sushi-bar Pirate. Hvar può deliziare anche chi ha un animo piú pacifico e culturale, con la sua storia risalente fino alla preistoria (età del ferro) quando gli Illiri dettero origine alla popolazione di questi territori. In Hvar si trova l’Arsenale, un teatro definito il piú antico in Europa. Si trascorre la notte all'ancora.

  • 5. GIORNO - HVAR – VIS

Al termine della colazione si naviga verso Vis che è l'isola piú lontana dell'arcipelago della Dalmazia centrale ed è famosa per il suo patrimonio culturale e storico così come per la sua bellezza naturalistica. Lo scrittore greco Agatarhid, nelle sue opere, lodava i vini di Vis e constatava che erano di gran lunga migliori di altri, tra quelli da lui provati. Tra i vini di miglior qualità spicca il Viška Vugava che si può facilmente degustare presso molti ristoranti e konoba (trattoria tipica) dell'isola. Vis è nota anche come “isola proibita“, poichè durante il Comunismo era un porto della Marina militare jugoslava, l'accesso era perciò vietato al turismo. Tuttoggi possiamo trovare molte gallerie segrete che testimoniano ciò. Alcuni di questi sono una vera attrazione turistica, altri invece sono ancora utilizzati dalla Marina militare croata. Si trascorre la notte a Vis.

  • 6. GIORNO - VIS – BRAČ

Dopo colazione si parte per Brač. Durante la navigazione si fanno soste per divertimenti balneari in baie dalla particolare bellezza per i colori delle sue acque. Non sono rari gli avvistamenti di delfini. Pranzo servito a bordo.

  • 7. GIORNO - BRAČ – SPLIT  OPPURE  ŠOLTA

Dopo colazione si parte per il ritorno a Split oppure a Šolta a seconda degli orari dei voli del viaggio di ritorno al termine della crociera. Durante la navigazione si fanno soste per divertimenti balneari in baie dalla particolare bellezza per i colori delle sue acque. Non sono rari gli avvistamenti di delfini. Pranzo servito a bordo.

  • 8. GIORNO - SABATO: SPLIT o TROGIR