Durata: 
8 giorni - 7 notti
Dal porto di: 
Spalato
Al Porto di: 
Spalato

Tour Croazia da Spalato per le Isole della Dalmazia Centrale per le vostre crociere in Caicco

1. giorno: sabato / SPLIT, STOBREC – BRAC, MILNA

Dopo l'imbarco, alle h.16:00 nel porto di Stobrec, si ha abbastanza tempo per la sistemazione in cabine ed incontrare altri ospiti e l'equipaggio con un cocktail di tradizionale benvenuto. Dopo una breve navigazione si arriva a Milna, dove si cena tutti insieme e si trascorre la prima notte. Milna è situata sulla costa occidentale dell'isola di Brac, a 18 Km da Supetar. È molto famosa per la sua bellissima baia in cui le navi dell'imperatore Diocleziano trovavano rifugio durante il periodo della costruzione dell'omonimo palazzo a Split. Ha sede un antico cantiere navale, che dal 1500 costruiva la brazzera, tipica nave croata da trasporto.

2. giorno: domenica / BRAC, MILNA - VIS

La nostra navigazione si continua verso Vis che è l'isola più lontana dell'arcipelago della Dalmazia centrale ed è famosa per il suo patrimonio culturale e storico così come per la sua bellezza naturalistica. Vis è nota anche come “isola proibita“, poiché durante il Comunismo era un porto della Marina militare jugoslava, l'accesso era perciò vietato al turismo. Tutt’oggi possiamo trovare molte gallerie segrete che testimoniano ciò. Alcuni di questi sono una vera attrazione turistica, altri invece sono ancora utilizzati dalla Marina militare croata. Si trascorre la notte in Vis ancorati.

3. giorno: lunedì / VIS - HVAR

Al mattino proseguiamo verso Pakleni Otoci, gruppo di piccole isole di fronte al porto della città di Hvar. Queste isolette sono una delle bellezze di Hvar. Nel pomeriggio o in serata è disponibile il trasporto in gommone per sbarcare a Hvar. Per il ritorno si deve utilizzare il servizio di taxi boat nei pressi del porto. Per eventuali informazioni il Capitano è sempre a disposizione. Hvar è una bellissima isola molto nota anche per la sua ricca vita mondana, sono numerosi i ristoranti specializzati nella cucina locale ma non mancano anche quelli che offrono specialità esotiche. Hvar può deliziare anche chi ha un animo più pacifico e culturale, con la sua storia risalente fino alla preistoria (Età del ferro) quando gli Illiri dettero origine alla popolazione di questi territori. A Hvar si trova l’Arsenale, un teatro definito il più antico in Europa. Si trascorre la notte ancorati.

4. giorno: martedì / HVAR - KORCULA

Il viaggio prosegue verso Korcula. Anche quest'isola è stata abitata fin dalla preistoria come testimoniano i reperti dell'Età della pietra trovati nella grotta Vela Spila. Secondo la leggenda sull'isola ha vissuto l'eroe troiano Antenore, conosciuto anche come il fondatore della città di Antenorea (l'attuale Padova) nel XII secolo. Dopo i Greci gli Illiri ed i Romani, Korcula passa sotto al dominio della Repubblica di Venezia che ha lasciato una grande impronta soprattutto nell'architettura della città. La città è conosciuta anche come luogo di nascita di Marco Polo (1254). Ricordi di lui si possono trovare in ogni angolo della città, molto interessante è il museo a lui dedicato, sicuramente da non perdere visitando la piccola città. Serata in città, dove si potranno assaporare specialità dell'isola offerte dai tanti piccoli ristoranti vicini.

5. giorno: mercoledì / KORCULA - PELJESAC, LOVISTE

Si raggiunge la penisola di Peljesac. Pomeriggio libero per nuotare, abbronzarsi, leggere o semplicemente riposare, dissetandosi con una fresca bevanda. La sera si gusta la Cena del Capitano, con piatti tradizionali della Dalmazia. La notte si trascorre a Loviste, un piccolo paese in una delle insenature più belle di Peljesac. L'intera penisola è luogo ideale per il turismo balneare grazie anche alla temperatura media del mare che è più alta rispetto al resto dell'adriatico.

6. giorno: giovedì / PELJESAC, LOVISTE – HVAR, JELSA

Al mattino si prosegue con la navigazione e si torna all'isola di Hvar, ma lungo la sponda settentrionale. Durante la navigazione si faranno brevi soste per tuffarsi in acque limpide e calme, fino a raggiungere Jelsa. Il paese è protetto, all'interno della baia, dai due punti più alti dell'isola: S. Nikola ad ovest e Hum ad est. La località vanta una lunga tradizione turistica, infatti l'antico hotel Jadran è del 1911. Vi si producono anche ottimi vini rossi, quali Plavac, Ivan Dolac e Faros; tra i vini bianchi Bogdanusa, San Clemente, Posip e Svirce. Serata libera e notte ancorati.

7. giorno: venerdì / HVAR, JELSA - BRAC, BOL – SPLIT, STOBREC 

II viaggio si prosegue verso la Bol, località sul lato sud dell'isola di Brac. Famosissima la sua spiaggia Zlatni Rat (Corno d'oro), forse la più bella dell'adriatico anche per la caratteristica forma a penisola di ghiaia bianca che si estende per circa 300 metri e la cui punta è in continua mutazione a seconda delle correnti e delle maree. La spiaggia è circondata da una verdeggiante pineta all'interno della quale si trovano i resti di un'antica “Villa Rustica“ con piscina di età romana. Tardi pomeriggio si arriva a marina Strobrec, la nostra ultima tappa dove si trascorre la notte.

8. giorno: sabato / SPLIT, STOBREC

Dopo la colazione segue l'arrivederci su questo bellissimo caicco al suo equipaggio e alle nuove amicizie, si spera, formatesi in questi magnifici giorni di crociera. Sbarco entro le h.9. Una volta sbarcati si può visitare quella che secondo i suoi abitanti è la città più bella del mondo: Split, la seconda città più importante della Croazia. Con la sua storia lunga oltre 2 millenni offre molto dal punto di vista storico culturale e divertimento. La maggior attrazione da non perdere in città, è il maestoso Palazzo di Diocleziano. Costruito tra il 295 e 304 D.C. come residenza estiva dell'imperatore romano Diocleziano, col tempo attorno al palazzo si è sviluppata una città. Il Palazzo è un esempio di architettura romana meglio conservato al mondo e dal 1979 è iscritto nell'elenco dei siti e monumenti del Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO. Sempre nel Palazzo, da visitare anche le sue Cantine, la cattedrale S. Duje, patrono della città, ed il Peristilio, un grande cortile al centro del Palazzo con colonnato dove oggi vengono allestite rappresentazioni teatrali. Da vedere le 4 porte d'accesso al palazzo (Porta Aurea, Porta Argentea, Porta Ferrea e Porta Aenea). Fuori dalle mura si trova la bellissima e molto espressiva statua bronzea del Vescovo Grgur Ninski con un libro in mano, il cui piede è molto lucido perché secondo la tradizione porta fortuna toccarlo come il piede di S. Pietro nell'omonima basilica a Roma.

L'itinerario può essere modificato a discrezione del capitano per condizioni meteo incerte o affollamento porti