Durata: 
8 giorni - 7 notti
Dal porto di: 
Spalato
Al Porto di: 
Dubrovnik

Tour in Croazia da Spalato a Dubrovink per le vostre crociere in caicco

1. GIORNO: SABATO / SPLIT, STOBREC – BRAC, MILNA

Dopo l'imbarco, alle h.16:00 nel porto di Stobrec, si ha abbastanza tempo per la sistemazione in cabina ed incontrare gli altri ospiti e l'equipaggio con un cocktail di tradizionale benvenuto. Dopo una breve navigazione si arriva a Milna, dove si cena tutti insieme e si trascorre la prima notte. Milna è situata sulla costa occidentale dell'isola di Brac, a 18 Km da Supetar. È molto famosa per la sua bellissima baia in cui le navi dell'imperatore Diocleziano trovavano rifugio durante il periodo della costruzione dell'omonimo palazzo a Split. Ha sede un antico cantiere navale, che dal 1500 costruiva la brazzera, tipica nave croata da trasporto.

2. GIORNO: DOMENICA / BRAC, MILNA - VIS

Al termine della colazione si naviga verso Vis che è l'isola più lontana dell'arcipelago della Dalmazia centrale ed è famosa per il suo patrimonio culturale e storico così come per la sua bellezza naturalistica. Vis è nota anche come “isola proibita“, poiché durante il Comunismo era un porto della Marina militare jugoslava, l'accesso era perciò vietato al turismo. Tutt’oggi possiamo trovare molte gallerie segrete che testimoniano ciò. Alcuni di questi sono una vera attrazione turistica, altri invece sono ancora utilizzati dalla Marina militare croata. Si trascorre la notte in Vis.

3. GIORNO: LUNEDI / VIS – HVAR 

Dopo la colazione si naviga verso Pakleni Otoci, gruppo di piccole isole di fronte al porto della città di Hvar. Il nome di questo arcipelago deriva da paklina, una resina di pino nero che veniva utilizzata per il rivestimento protettivo delle imbarcazioni. Queste isolette sono una delle bellezze di Hvar. Nel pomeriggio o in serata è disponibile il trasporto in gommone per sbarcare a Hvar. Per il ritorno si deve utilizzare il servizio di taxi boat nei pressi del porto. Per eventuali informazioni il Capitano è sempre a disposizione. Hvar è una bellissima isola molto nota anche per la sua ricca vita mondana, sono numerosi i ristoranti specializzati nella cucina locale, tra i più noti: il Pasarola ed il Luna. Non mancano anche quelli che offrono specialità esotiche come il Sushi-bar Pirate. Hvar può deliziare anche chi ha un animo più pacifico e culturale, con la sua storia risalente fino alla preistoria (Età del ferro) quando gli Illiri dettero origine alla popolazione di questi territori. In Hvar si trova l’Arsenale, un teatro definito il più antico in Europa. Si trascorre la notte ancorati.

4. GIORNO: MARTEDI / HVAR – KORCULA

Il viaggio prosegue verso Korcula. L'isola è stata abitata fin dalla preistoria come testimoniano i reperti dell'Età della pietra trovati nella grotta Vela Spila. Secondo la leggenda sull'isola ha vissuto l'eroe troiano Antenore, conosciuto anche come il fondatore della città di Antenorea (l'attuale Padova) nel XII secolo. Dopo i Greci gli Illiri ed i Romani, Korcula passa sotto al dominio della Repubblica di Venezia che ha lasciato una grande impronta soprattutto nell'architettura della città. La città è conosciuta anche come luogo di nascita di Marco Polo (1254). Ricordi di lui si possono trovare in ogni angolo della città, molto interessante è il museo a lui dedicato, sicuramente da non perdere visitando la piccola città. Serata in città, dove si potranno assaporare specialità dell'isola offerte dai tanti piccoli ristoranti vicini al porto.

5. GIORNO: MERCOLEDI / KORCULA – MLJET (POMENA OPPURE POLACA)

Dopo la colazione si raggiunge l'isola di Mljet. Giornata di relax, abbronzatura e nuoto. Dopo pranzo si ha la possibilità di visitare il Parco Nazionale Mljet (biglietti di ingresso non sono inclusi nel prezzo della crociera, costo 100 HRK adulti, e 50 HRK il ridotto). Nottata su Mljet, a Polaca oppure Pomena (a seconda della situazione meteorologica), dove si potranno gustare prodotti locali tra cui aragosta, con la possibilità di scegliere personalmente quale gustare prima di cucinarla. Per via del suo antico nome Melita che in latino si scriveva come l'odierna Malta, in antichità spesso Mljet veniva scambiata proprio con Malta, tant'è vero che gli studiosi, per via della presenza di grotte, suppongono che nell'Odissea Ulisse sia approdato proprio qui invece che a Malta. Una curiosità riguardante il Grande e Piccolo lago nel parco nazionale dell'isola: la loro acqua è salata.

6. GIORNO: GIOVEDI / MLJET - SIPAN

Dopo la colazione si va all'isola di Sipan, un'isola di soli 16 Kmq ma la più grande dell'arcipelago degli Elafiti, davanti a Dubrovnik. Tra i due paesi Sipanska Luka e Suđurađ ci sono 42 antiche residenze estive e 34 chiese che testimoniano come quest'isola fosse molto frequentata dalla nobiltà della Repubblica di Dubrovnik. Dopo un periodo di abbandono, queste ville vengono ora ristrutturate, come il castello della famiglia Vice Stjepovića Skocibuhe in cui si possono visitare l'antico balcone in legno del XVI secolo, un camino rinascimentale ed un lavatoio in pietra. Pranzo a bordo e pomeriggio libero per le attività preferite.

7. GIORNO: VENERDI / SIPAN – LOPUD - DUBROVNIK, ZATON VELIKI

Dopo la colazione si parte per Lopud, un'altra isola delle Elafiti, solo 5 km a nord-ovest di Dubrovnik. Durante la giornata ci si ferma nelle stupende acque di Sunj, una delle più belle spiagge di questo tratto di mare. La giornata si conclude raggiungendo Zaton.

8. GIORNO: SABATO / DUBROVNIK, ZATON VELIKI

Dopo la colazione segue l'arrivederci su questo bellissimo caicco al suo equipaggio e alle nuove amicizie, si spera, formatesi in questi magnifici giorni di crociera. Sbarco entro le h.9. Dubrovnik, perla dell'Adriatico è una delle mete più ricercate del mediterraneo. Fa parte del Patrimonio dell'UNESCO dal 1979. all' epoca delle repubbliche marinare, Dubrovnik era l'unica a contrastare il dominio veneziano. Nel XV e XVI secolo la città raggiunse un alto livello di splendore economico grazie a diplomazia e commercio, favorendo anche un notevole sviluppo artistico e letterario. Nonostante la guerra di disgregazione della Jugoslavia in repubbliche indipendenti abbia messo in ginocchio Dubrovnik affliggendole danni ingenti, la città è tuttora meta di un intenso turismo che apprezza le antiche mura che la circondano, la torre Lorenzo, le pittoresche vie cittadine attorno alla magnifica cattedrale S.Vlaho, il palazzo ducale, il palazzo Divona, la fontana di Onofrio e la colonna di Orlando. Dal 10 luglio al 25 agosto di ogni anno ha sede il più importante festival croato che comprende musica, ballo e teatro.

L'itinerario può essere modificato a discrezione del capitano per condizioni meteo incerte o affollamento porti